Scrivere un romanzo vincente: l’elemento esotico.

La domanda più frequente che un autore esordiente fa a un altro affermato è: come faccio a scrivere un romanzo vincente, che possa vendere molto, attirare qualche casa editrice e magari, aprirci le porte della famigerata libreria?

Mi dispiace dirvi però, cari autori, che non esiste una “ricetta” del successo che sia universale. Uno se la fabbrica di volta in volta, in base alle sue capacità e alle potenzialità del libro stesso. Posso dirvi però quello che ho notato e mi è stato detto in questi anni:

Un libro vincente è quello che presenta, rispetto agli altri, qualcosa di insolito e originale, quello che in gergo tecnico viene chiamato “elemento esotico”. 

L’elemento esotico è qualcosa che pochissimi libri hanno, è quella particolarità, quel quid in più che li rende unici, speciali, diversi da tutti gli altri. E’ molto difficile da trovare e non coincide per forza con qualcosa di sensazionale. Può essere, ad esempio, una particolarità del nostro personaggio, in quanto protagonisti particolari e ben caratterizzati creano storie originali e più interessanti.

Ma anche un’ambientazione insolita.

Come fare a trovare la chiave vincente del nostro libro? Eh….bella domanda. E’ una abilità che si affina con il tempo e l’esperienza. Quindi non abbiate fretta. Quello che posso consigliarvi è di allenarvi a scovarla negli altri libri. Prendete i romanzi degli autori che amate di più, analizzateli e cercate di trovare l’elemento che rende la storia unica nel suo genere.

Prendiamo a esempio in esame due libri di Colleen Hoover, una delle mie autrici preferite: Forse, un giorno e L’incastro (im)perfetto. 

Nel primo caso l’elemento esotico risiede nel personaggio Ridge e nel suo modo particolare di sentire e comunicare le emozioni. Anche il fatto che sia un abile musicista, che componga musica e suoni la chitarra nonostante la sordità lo rende un personaggio originale e quindi più interessante.

Nell’incastro (im)perfetto l’elemento esotico risiete nel passato di Miles e nel suo conseguente rifiuto di ogni relazione sentimentale che non si limiti al solo sesso. Cerca di sopprimere le sue emozioni benché siano fortissime e questo conflitto interiore anima tutto il libro.

potrei andare avanti, perchè i libri di quest’autrice hanno tutti qualcosa di speciale, e infatti non mancano mai il bersaglio.

Che dire ancora? Ora tocca a voi 🙂