Cosa bolle in pentola… nasce oggi una nuova protagonista!

Cosa bolle in pentola…è difficile dirlo.

Forse il progetto più impegnativo della mia mia vita, fin qui. La sfida che non mi sarei mai sognata di affrontare, il salto che non avrei mai avuto il coraggio di fare. Abbandonare un genere letterario così codificato come il romance non è facile. Non solo perché i lettori tendono ad identificarti come autrice romance, e la  novità può piacere ma anche non piacere, ma sopratutto perché il rosa è un genere altamente codificato, con delle delle regole sue, che certo non posso applicare al noir o al thriller. Se questo da una parte mi dà maggior libertà crea anche molte insicurezze. E’ come voler prendere il mare aperto su una barchetta di carta. E’ chiaro che si inzupperà, dovrà nuotare indietro lottando contro le onde e costruirne una più robusta. Ma l’unico modo che ho per fare mio questo nuovo genere, e provare. Scrivere e riscrivere finché non ne avrò capito le regole e i meccanismi e non avrò imparato a volgerli a mio vantaggio.

Nessuna pretesa di “sfondare”, voglio solo divertirmi. Riscoprire il piacere della scrittura. Per questo ho deciso di iniziare pubblicando su questo sito, a partire dall’anno prossimo, una serie di racconti gratuiti che, se dovessero piacere, poi riunirò in un unico volume più avanti. A voi l’onere di dire se vi piacciono e devo continuare.

Avranno tutti un unico filo conduttore, le avventure di una giovane videoreporter, Veronica Bassi, sulle tracce di un efferato serial killer, e di Davide Noto, un ex ispettore di polizia.

Questa è la trama principale:

Veronica Bassi è una videorepoter. Una notte lei e il suo cameraman, mentre stanno girando per le strade di Roma alla ricerca di qualcosa di interessante da filmare, vengono aggrediti da un ladro che uccide l’uomo. Veronica riesce a scappare e chiamare la polizia ma da quel giorno vive con una convinzione: quello non era un semplice ladro. In fondo, Veronica con gli anni si è fatta una certa fama, i suoi reportage sono noti per mostrare il lato più oscuro e torbido della città. Che qualcuno volesse ostacolare l’ultimo servizio al quale stavano lavorando?
La donna sa che l’unico modo per scoprirlo è andare avanti e scavare ancora più a fondo. Per farlo però dovrà chiedere aiuto all’ultima persona che sarebbe disposta ad aiutarla, ma anche la sola di cui si fidi veramente.
Davide Noti era un ispettore di polizia finché un caso particolarmente scabroso ha riaperto vecchie ferite spingendolo a commettere un errore fatale. Ora che lavora come investigatore privato, comunque, Davide spera di essersi lasciato quel capitolo della sua vita alle spalle, finché il passato torna a bussare alla sua porta.
E si sa, se la morte ti ha marchiato sa sempre dove trovarti. Specie se ha il volto di Veronica Bassi.

 

Altre cose? Sì. Tutti racconti presenteranno sulla cover un logo, creato per l’occasione da Antanella Monterisi, per distinguerli dalla produzione precendete. L’autrice sono sempre io, ma sappiate che tutti i racconti/romanzi con questo logo non saranno romance e segneranno un nuovo corso della mia scrittura. 

23201682_1109456492523842_342298105_n

Questa infine, sarà la prima cover

hills (11).png

Dire che è tutto. Cosa ne pensate di questo progetto? In fondo, per scrivere ci vuole coraggio.