“Scrivo quello che voglio quando voglio”

Siccome ho un buon numero di pagine da parte per questa storia, abbastanza da scongiurare un imminente blocco, ve lo dico.
Due anni fa ho iniziato a scrivere una storia su Wattpad che ha incontrato il favore delle lettrici. Ero nuova sulla piattaforma, ma sorprendentemente Gavin e Lora sono riusciti a fare breccia grazie sia al tipo di storia, un erotico scritto in prima persona, sia all’aiuto e al sostegno di alcune autrici e molte lettrici che mi hanno spinta ad andare avanti e, ovviamente, a una buona dose di fortuna.
Ho voluto pubblicare il libro in versione integrale, sebbene in prima stesura, perché credo che i lettori premino i progetti creati ad hoc per questa piattaforma, e sono stata ripagata a pieno.
A distanza di tempo, dopo il progetto the Babbers dedicato a questo mondo, ho deciso di tornare con una nuova storia: di nuovo un erotico, di nuovo in prima persona ma si spera, migliore del precedente.
Tutti i progetti che inizio e non porto a termine, non sono fini a se stessi. Lo faccio perché voglio ritrovare il piacere di scrivere.

Voglio emozionarmi quando scrivo. 

Lo faccio per me, non per vendere. Non per avere successo. E nemmeno per pubblicare. Ma perché amo raccontare storie e dar vita ai personaggi, come se fossero reali.

E finché non ci riuscirò continuerò a sperimentare.

Perché sono testarda.

 

 Potete leggere i primi capitoli di Priceless Love – L’amore non ha prezzo, sul mio profilo Wattpad.
Questa è la trama:
“Kelly lavora come segretaria nell’azienda fondata dal padre.
Pianifica ogni aspetto del suo lavoro e della sua vita su un’agenda rossa che porta sempre con sé.
RiM invece è un artista.
Impulsivo e incostante, si lascia trasportare dall’ispirazione del momento con risultati a volte strabilianti, che però non gli portano profitto. Il suo umore è imprevedibile, esattamente come la sua arte. Finché non conosce Brian.
Alla ricerca di un regalo speciale per il compleanno del padre, Kelly un giorno si ferma davanti alla galleria che Rim ha aperto con il suo amico, e scorge un quadro che le rapisce il cuore.
Dal modo in cui è vestita, l’uomo capisce subito a quale ambiente appartenga la ragazza. Perciò, per venderlo a un prezzo maggiore, la convince che quel dipinto non sia suo ma di un famoso artista locale che gli ha chiesto di vederlo per conto proprio.
Kelly accetta ed entusiasta espone il dipinto nello studio del padre. Ma alla festa organizzata in suo onore scopre l’inganno. Infuriata Kelly torna alla galleria e resta affascinata dalla sensibilità delle opere di Rim.
Giura a se stessa che che svelerà l’uomo che si cela dietro quel nome d’arte.
Ma nella vita, sì sa, tutto ha un prezzo. E l’amore di certo non fa sconti.”